LUN - VEN 08.00-12.30 / 14.30-19.00

SAB 08.00-12.00 


News

Informazioni aggiornate

(ANSA) - TORINO, 19 MAG - E' allarme furti in appartamento, a TORINO, dove i ladri sono ormai capaci di aprire quasi ogni modello di serratura, senza scasso. Oggi la polizia ha arrestato due malviventi seriali che avevano scritto su un libro mastro tutti i colpi fatti, 87 in sei mesi. Crolla cosi' il mito della porta blindata: gli investigatori hanno sequestrato un attrezzo che servirebbe ad aprire quasi tutte le serrature, e in pochi minuti.

CORRIERE DELLA SERA

OPERAZIONE DEGLI AGENTI DEL COMMISSARIATO GRECO-TURRO Presi topi d'appartamento professionisti. Da settembre messi a segno 78 colpi. Le vere «menti» erano le compagne dei due italiani. Travestiti da ascensoristi, smontavano le serrature.
MILANO - Due italiani di 51 e 63 anni sono stati arrestati, a Milano, per aver commesso una raffica di furti in decine di appartamenti in città. A casa loro gli agenti del commissariato Greco-Turro hanno trovato molta refurtiva e un libro mastro con l'annotazione di tutti i furti, il guadagno per ciascuno, e la merce rubata: negli ultimi 9 mesi avevano messo a segno ben 78 furti, incassando circa 100 mila euro. Gli agenti hanno recuperato circa 7mila euro in contanti, gioielli, macchine fotografiche e orologi. Edoardo Del Gaizo, nato a Milano nel 1960, e Nicola Broglio, nato a Bergamo nel 1948, venivano coadiuvati in questa loro attività dalle compagne, Francesca Marzo (classe 1973) e Marina Bricolo (classe 1956), considerate dagli inquirenti le vere «menti» della banda. Erano infatti le due donne a individuare gli obiettivi da colpire, a stabilire il giorno in cui mettere a segno il colpo e a tenere la cassa dell'organizzazione.


VESTITI DA ASCENSORISTI - A tradire la banda, un fotogramma scattato da una telecamera fissata all'interno di un condominio di via Ca' Granda. Nel filmato si vedono i due, vestiti da ascensoristi, mentre entrano nel caseggiato e, dopo alcuni minuti, escono salutando gentilmente i condomini che incontrano sul portone. Da queste immagini la Polizia è riuscita a risalire a Nicola Broglio, già noto per diversi reati contro il patrimonio. Da Broglio gli agenti sono poi risaliti al suo complice, predisponendo quindi una serie di pedinamenti. Il 21 aprile i due sono entrati verso le 16 in un condominio di via Venini 28 per l'ennesimo colpo: ma all'uscita dall'appartamento hanno trovato gli agenti, che li hanno arrestati in flagranza con il malloppo in mano.


SERRATURE SMONTATE - Per mettere a segno i colpi, la coppia si serviva di una particolare attrezzatura che consentiva loro di aprire, senza alcuna forzatura, qualsiasi tipo di porta blindata. Con un cacciavite veniva asportato il «nottolino» della serratura e con un secondo attrezzo, reperibile in un comune negozio di ferramenta, i due facevano scattare la serratura. Tra la refurtiva recuperata numerosi orologi di valore, compresi Rolex e Cartier, penne Mont Blanc, oro e gioielli vari, macchine fotografiche, computer e soldi. Il tutto veniva rivenduto quasi subito o a ignari negozianti o a qualche ricettatore. Secondo gli inquirenti, infatti, quella recuperata non sarebbe che una minima parte di quanto rubato dalla coppia nei 78 colpi accertati.


Criminalità: a Torino boom di furti senza scasso


TORINO – E' allarme furti in appartamento, a TORINO, e non solo perché la media dei colpi messi a segno tra le mura domestiche da tempo rimane alta, ma soprattutto perché i ladri, sempre più specializzati, sono ormai capaci di aprire quasi ogni modello diserratura. E cosi' nel capoluogo lombardo si assiste da un anno e mezzo circa a una specie di ecatombe di porte aperte senza scasso. Oggi la polizia ha arrestato due ladri seriali che, con la complicità delle donne con cui vivevano, colpivano a ripetizione, e cosi' frequentemente da trovar necessario scrivere su un libro mastro tutti i colpi fatti: ben 87 in sei mesi. Ma il quadro che ne emerge, confermato anche da alcuni grandi ferramenta del capoluogo, e' assai più inquietante, se non altro per la cosiddetta ''percezione della sicurezza''. Crolla infatti il mito della porta blindata, a cui tanti TORINESI affidano la sicurezza del domicilio, dato che gli investigatori hanno sequestrato un attrezzo che servirebbe ad aprire quasi tutte le serrature, e in pochi minuti...